ESP ENG

News - Eventi


2018-09-17

ERRATA SEGNALAZIONE IN CENTRALE RISCHI - IL DANNO DEVE ESSERE PROVATO

Con l’ordinanza n. 19137/2018, la Corte di Cassazione ha fatto il punto in merito alla possibilità di risarcimento per il soggetto che abbia subito l’errata segnalazione in Centrale Rischi. Per la Suprema Corte il danno non patrimoniale, non può mai ritenersi in re ipsa. Esso necessita sempre di una allegazione probatoria adeguata da parte di chi lo invochi. E’ dunque necessario fornire prove dirette affinché si possa riconoscere un pregiudizio risarcibile, non essendo sufficienti solo elementi indiziari, generici e non convergenti, non potendosi nemmeno ricorrere a principi equitativi.

Tutti i diritti sono riservati allo Studio Legale Avvocato Francesco Mafficini